Rilasciato PulseAudio 2.0




 


Nella giornata di ieri è stata rilasciata la versione 2.0 di PulseAudio, (noto in passato come Polypaudio) il sound server multipiattaforma usato sulle distribuzioni GNU/Linux in alternativa ad ALSA (su cui si appoggia) a causa dell’inconveniente di quest’ultima di non poter riprodurre il suono da più fonti audio contemporaneamente.

PulsaAudio è stato introdotto a partire dalla versione 8.04 in Ubuntu e rappresenta uno strato intermedio che gestisce i flussi audio risolvendo conflitti ed eventuali problemi. Non dipende dalla piattaforma e agisce come demone del server audio e consente di aumentare le funzionalità dei riproduttori audio.

Il rilascio della versione 2.0 arriva sei mesi dopo la versione 1.0, con un pò di ritardo, perché lo sviluppo e la sperimentazione ha richiesto più tempo del previsto. La nuova versione aggiunge molte nuove funzionalità. Ora è  possibile regolare dinamicamente la frequenza di campionamento del flusso di dati mentre prima era fissa. Ciò consente di evitare il frequente ricampionamento effettuato da molte applicazioni. In questo modo il carico sulla CPU risulta di gran lunga inferiore, in particolare sui dispositivi mobili, e l’energia risparmiata è significativa.

PulseAudio 2.0 è in grado di rilevare se un dispositivo è collegato ad un ingresso/uscita audio. Pulse audio è supportato dalle versioni di kernel successive alla 3.3. Ora PulseAudio è inoltre in grado di controllare il volume separatamente per le diverse uscite.

E’ stato introdotto un nuovo modulo (importato dal progetto WebRTC) che consente di eliminare l’eco e migliorare in modo significativo le comunicazioni su VoIP.

Il nuovo modulo regola automaticamente il guadagno del microfono anche se autoparlante e microfono sono collegati a diversi dispositivi.

Altre nuove funzionalità introdotte nella versione 2.0 sono: un modulo di surround virtuale, un’uscita audio per il supporto a Xen per GNU Hurd e il miglioramento della qualità dei decoder A2DP.  Il codice sorgente è disponibile per il download, ma è consigliabile attendere che vengano aggiornati i pacchetti nei repository ufficiali di Ubuntu prima di effettuare l’aggiornamento.

Leave a Reply

 

Login

Google Pagerank

...loading

Friend Site

PaperblogIl BloggatoreGiornaleBlog Notizie Blog di Informatica e Internethttp://www.wikio.itAdd to Technorati FavoritesSegnala FeedVero GeekTecnolandiaAggregatore di blogAggregati a KikkeMania.comSmilla MagazineColombo’S Blogiwinuxfeed.altervista.orgFeedelissimobloghissimoAggregatore di feedMiglior AggregatoreBlogItalia.itIscritto su Mondo Geek.it- aggregatore di news sulle tecnologieAggregatore Blogtua notiziaWebShake – tecnologiaWebsoblipperaggregatuttolimegatorMarco Robutti - Software Newseppoliano.net Blognotiziedalweb map of RSS
Wikio - Top dei blog - Linux

Blogroll

    '); ?>

Help us!

contact us map of RSS


Calendar

dicembre: 2016
L M M G V S D
« Apr    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031