6 alternative a Remastersys per creare delle iso personalizzate basate su Ubuntu

E più di un anno che il progetto Remastersys è stato abbandonato a se stesso, anche se in passato si è dimostrato essere un programma valido.

Oggi ho decisto di proporvi sei valide alternative a Remastersys per la creazione di iso personalizzate. In questo post parleremo di:

  • Ubuntu Customization Kit (UCK)
  • Novo-Builder
  • Customizer
  • Ubuntu-Builder
  • Reconstructor
  • Relinux

Ubuntu Costumization Kit

Il primo in lista è Ubuntu Customization Kit, comunemente noto con la sigla UCK.

UCK è un tool per la creazione di CD Live personalizzati basati su Ubuntu, Kubuntu, Xubuntu ed Edubuntu. E’ possibile aggiungere quasi tutti i pacchetti desiderati al nostro sistema live, personalizzando applicazioni, lingua, temi… Inoltre cosa di non poco rilievo, si possono inserire modolu personalizzati nella sequenza di avvio.

UCK è installabile tramite i repository ufficiali di Ubuntu semplicemente eseguendo da terminale:

sudo apt-get install uck

Oppure potete scaricare il debian da sourceforge e installarlo eseguendo:

sudo dpkg -i uck*

Oppure potete installare la versione di sviluppo tramite i repository svn:

svn export https://uck.svn.sourceforge.net/svnroot/uck/trunk/uck

Le versioni di sviluppo sono disponibili anche in questo ppa:

https://launchpad.net/~uck-team/+archive/uck-unstable
  • Novo-Builder 

 

Novo Builder  è un’interfaccia molto semplice e intuitiva che tramite metodi automatizzati consente di realizzare iso di distribuzioni personalizzate basate su Ubuntu, Kubuntu o Mint con la limitazione di poter scegliere unicamente come desktop environment KDE o Gnome.
Consente di definire una sources.list con i repository preferiti, aggiungere script e definire i pacchetti da installare.

Per poter installare Novo-Builder dovete eseguire i seguenti comandi:

wget http://www.cyvoc.net/novoweb/Install_Novo_Builder.bash.tar.gz

tar xvfz ./Install_Novo_Builder.bash.tar.gz

./Install_Novo_Builder.bash

sudo apt-get install novo-bootimages novo-builder novo-preset-lastos

  • Customizer

 

Customizer è un’altro tool che consente di creare delle iso personalizzate basate su Ubuntu, Kubuntu, Lubuntu, Xubuntu, Linux Mint e altre distribuzioni basate su Ubuntu.  A differenza dei precedenti tool supporta oltre che Gnome e KDE anche LXDE e XFCE.

Per poter installare Customizer dovete eseguire da terminale:

sudo add-apt-repository ppa:customizer-dev-team/ppa

sudo apt-get update && sudo apt-get install customizer

Oppure se volete, potete utilizzare i repository con la versione di sviluppo che viene aggiornata giornalmente:

sudo add-apt-repository ppa:customizer-dev-team/daily

sudo apt-get update && sudo apt-get install customizer

Oppure potete semplicemente scaricare il debian da  questa pagina ed eseguite:

sudo dpkg -i Customizer*

Troverete il lanciatore per avviare il programma in Strumenti di sistema.

  • Ubuntu-Builder

 

Ubuntu Builder è un tool molto semplice per creare la vostra distribuzione personalizzata. Esso supporta il download, l’estrazione e la personalizzazione e la creazione di iso personalizzate di distribuzioni Ubuntu based. Consente la creazione di iso per architetture i386 e amd64.

Per poter installare Ubuntu-Builder dovete procedere come riportato di seguito.

Scaricate il pacchetto debian da questa pagina e poi eseguite tramite terminale nella cartella in cui avete scaricato il debian:

sudo dpkg -i ubuntu-builder*

Oppure se volete installarlo tramite ppa eseguite:

sudo add-apt-repository ppa:f-muriana/ubuntu-builder

sudo apt-get update && sudo apt-get install ubuntu-builder

  • Reconstructor

 

Reconstructor è un’applicazione online che permette di creare e personalizzare distribuzioni GNU/Linux basate su Ubuntu. La personalizzazione include il logo e il colore del testo dello splash mostrato all’avvio, sfondo, temi, icone, applicazioni e tanto altro.

Inoltre è possibile anche aggiungere nuovi software da compilare, e altri repository personalizzati. Reconstractor è dotato anche di una funzionalità per masterizzare la iso una volta realizzata.

Se non vogliamo usare l’applicazione web è possibile installare Reconstructor in locale.

Per poter installare Reconstructor prima di tutto scaricate il pacchetto debian da questa pagina, poi lo installate eseguendo:

sudo dpkg -i reconstructor-engine*

Ho notato che il lanciatore non viene creato nel menu e provando ad eseguire da terminale:

reconstructor

la gui non parte. Evidentemente i permessi del file /usr/share/reconstructor non sono settati correttamente.

Quindi eseguite da terminale:

sudo chmod +x /usr/share/reconstructor

Poi eseguite:

reconstructor

Oppure:

cd /usr/share/reconstructor ; gksudo -D "Reconstructor Engine" "python engine.py --gui"

Ovviamente potete sempre crearvi un lanciatore personalizzato nel menu in modo tale da non dover eseguire il comando da terminale ogni volta che volete avviare il programma.

Esiste anche un repository git per installare la versione di sviluppo di reconstructor-engine:

https://github.com/lumentica/reconstructor.engine.git

  • Relinux

Relinux a differenza dei precedenti programmi non ha un’interfaccia grafica, ma funziona unicamente da terminale.

A differenza di Remastersys non supporta la modalità BACKUP, ma unicamente la modalità DIST/ISO.

Inoltre Relinux viene ancora sviluppato a differenza del progetto Remastersys che è stato abbandonato.

Per poter installare Relinux vi basta eseguire:

sudo add-apt-repository ppa:inameiname/stable

sudo apt-get update && sudo apt-get install relinux

Prima di utilizzare relinux dobbiamo precisare che:

  • supporta unicamente GRUB2,  e non supporta BURG e GRUB-Legacy
  • L’installer Ubiquity richiede necessariamente X11 e non si può usare un installer diverso da Ubiquity
  • Il filesystem compresso deve avere una dimensione inferiore ai 4 GB, quindi per quello non compresso bisogna mantenersi al di sotto dei 6 GB.
  • Viene installato metacity, ma questa limitazione sarà rimossa nelle prossime release.
Dopo aver personalizzato il sistema a vostro piacere bisogna prima di tutto creare un file di configurazione eseguendo da terminale:
cp /etc/relinux/relinux.conf ./relinux.conf
sed -i 's:EXCLUDES="\(.*\)":EXCLUDES="\1 '`readlink -f ./relinux.conf`'":g' ./relinux.conf
readlink -f ./relinux.conf
Con l’ultimo comando potete sapere dove si trova il file di configurazione che potete editare in base alle vostre necessità.
Nella cartella /etc/relinux/relinux/splash si trovano degli splash-screen.
Prima di iniziare le modifiche se volete salvare le vostre impostazioni e i temi procedete come riportato di seguito sostituendo USERNAME con il vostro attuale nome utente:
  1. Premete CTRL+ALT+F3
  2. Loggatevi come normale utente
  3. Digitate da terminale: sudo passwd
  4. Inserite la password di root
  5. Digitate “exit” e poi date invio
  6. Loggatevi come root (con la password che avete assegnato al root)
  7. Digitate da terminale: usermod -d /etc/skel USERNAME; chown -R USERNAME /etc/skel
  8. Riavviate il sistema (anche usando il comando “reboot” da terminale)
Poi loggatevi come normale utente e tutte le modifiche a tema, sfondo del desktop, pannello di configurazione…verrà salvato.
Una volta terminate le modifiche, vediamo come creare la vostra ISO. Aprite un terminale ed eseguite:
sudo relinux fullclean ./relinux.conf
sudo relinux iso ./relinux.conf
Questo è l’ultimo passo, eventualmente seguite le istruzioni che vi vengono riportate a video se ce ne dovessero essere.

4 Responses to “6 alternative a Remastersys per creare delle iso personalizzate basate su Ubuntu”

  1. randagio scrive:

    ciao, grazie mille x il post ne avevo bisogno. quello ke a me serve è un programma che estragga totalmente il mio sistema e lo renda installabile su altri pc, proprio come faceva il backup di remastersys. mi sai dire quale di questi programmi è il + uguale a remastersys? grazie mille

  2. Ingalex scrive:

    Purtroppo questi programmi non supportano la modalità di backup come remastersys, ma ti consentono solo di creare delle distro personalizzate selezionando i pacchetti da aggiungere, eventuali script, repository….
    Se ne trovo uno che consente il backup come remastersys ti aggiorno.

  3. Alessandro di Roma scrive:

    Secondo me remastersys è il migliore di tutti, non si capisce se è morto o no, fatto sta che ho trovato un remastersys 3.0.0 su
    https://www.ultimateeditionoz.com/forum/viewtopic.php?f=32&t=3279 l’ho provato con xubuntu 11.10 e funziona benissimo…

  4. Ingalex scrive:

    Ottima info! Concordo pienamente. Appena ho un minuto lo provo e vedo se funziona su oneiric.

Leave a Reply

 

Login

Google Pagerank

...loading

Friend Site

PaperblogIl BloggatoreGiornaleBlog Notizie Blog di Informatica e Internethttp://www.wikio.itAdd to Technorati FavoritesSegnala FeedVero GeekTecnolandiaAggregatore di blogAggregati a KikkeMania.comSmilla MagazineColombo’S Blogiwinuxfeed.altervista.orgFeedelissimobloghissimoAggregatore di feedMiglior AggregatoreBlogItalia.itIscritto su Mondo Geek.it- aggregatore di news sulle tecnologieAggregatore Blogtua notiziaWebShake – tecnologiaWebsoblipperaggregatuttolimegatorMarco Robutti - Software Newseppoliano.net Blognotiziedalweb map of RSS
Wikio - Top dei blog - Linux

Blogroll

    '); ?>

Help us!

contact us map of RSS


Calendar

ottobre: 2016
L M M G V S D
« Apr    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31