Come creare pacchetti Debian – Metodo 1: EPM

EPM è l’acronimo di ESP Package Manager. L’EPM è un tool molto semplice che serve a generare pacchetti d’installazione non solo debian ma anche rpm e tanti altri formati caratteristici di altri sistemi UNIX.

1) Prima di tutto installiamo EPM utilizzando APT oppure Synaptic o un qualunque altro programma per la gestione dei pacchetti:

sudo -s
apt-get install epm

exit (lasciate aperto il terminale)

2) Ora per comodità creiamo una directory di lavoro proprio nella vostra cartella home e la chiamiamo per esempio work.

Dentro la cartella work creiamo un’altra cartella e la chiamiamo root. All’interno della cartella root creiamo tutta la struttura delle cartelle che contengono i files che vogliamo inserire nel pacchetto debian copiandovi anche i files stessi da pacchettizzare.

3) Ora andiamo a generare la lista dei pacchetti tramite terminale. Ci posizioniamo all’interno della nostra directory di lavoro work e come utente normale lanciamo le seguenti linee di codice sostituendo al posto di namePacket il nome che vogliamo assegnare al file debian che ci accingiamo a creare:

cd $HOME/work

mkepmlist -g root -u root --prefix / ./root/ >./namePacket.list

4) Ora apriamo con il vostro editor di testo preferito (nano, gedit, kate) il file namePacket.list.

Lasciamo la prima riga vuota e inseriamo le seguenti righe di testo sostituendo le parentesi quadre con le informazioni appropriate:

%product [nome del pacchetto, non necessariamente coincidente col nome del file *.deb]

%description [descrizione]

%version [numero di versione]

%copyright [informazioni di copyright]

%vendor [nome del distributore del pacchetto]

%readme README

%license LICENSE

Altri parametri non obbligatori, ma opzionali che si possono inserire sono:

%requires [lista delle dipendenze da garantire]

oppure se vogliamo che dopo l’installazione o dopo la disinstallazione del pacchetto vengano eseguiti degli script (da inserire sempre nella cartella work):

%postinstall

%postremove

Appena terminato di editare questo file, salviamo le modifiche e usciamo dall’editor. Poi creiamo sempre dentro alla cartella work anche i file README e LICENSE editandoli con le informazioni che ritenete necessarie.

5) Ora finalmente possiamo generare tramite epm il nostro file debian lanciando le seguenti riga di codice da terminale:

sudo -s epm -n -f deb namePacket

In alternativa se il debian da generare dovrà essere indipendente dall’architettura in uso possiamo mandare in esecuzione la seguente riga di codice:

sudo -s epm -a all -n -f deb namePacket

In tal modo nella directory work/linux-[versione del kernel]-[architettura]/ verrà creato il nostro pacchetto debian.

In seguito vi proporrò altri 2 metodi più veloci per generare i pacchetti debian tramite interfaccia grafica.

Leave a Reply

 

Login

Google Pagerank

...loading

Friend Site

PaperblogIl BloggatoreGiornaleBlog Notizie Blog di Informatica e Internethttp://www.wikio.itAdd to Technorati FavoritesSegnala FeedVero GeekTecnolandiaAggregatore di blogAggregati a KikkeMania.comSmilla MagazineColombo’S Blogiwinuxfeed.altervista.orgFeedelissimobloghissimoAggregatore di feedMiglior AggregatoreBlogItalia.itIscritto su Mondo Geek.it- aggregatore di news sulle tecnologieAggregatore Blogtua notiziaWebShake – tecnologiaWebsoblipperaggregatuttolimegatorMarco Robutti - Software Newseppoliano.net Blognotiziedalweb map of RSS
Wikio - Top dei blog - Linux

Blogroll

    '); ?>

Help us!

contact us map of RSS


Calendar

dicembre: 2016
L M M G V S D
« Apr    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031